The Promised Neverland è fra i vincitori del 63° Shogakukan Manga Awards!

di

Lo scorso lunedì, la commissione del 63° Shogakukan Manga Awards ha annunciato la lista dei vincitori di quest’anno, i quali verranno celebrati con una statuetta di bronzo e un premio in denaro pari a un milione di Yen (circa 7.400€).

Il vincitore della categoria “Miglior Manga per bambini” è PriPri Chi-chan!!, scritto da Hiromu Shinozuka e serializzato sulle pagine del magazine Ciao di Shogakukan. Lanciato nel marzo 2015, il fumetto ruota attorno alla giovane Yūka, la quale incontra un’essere proveniente dal centro del pianeta Terra, Chii-chan, ed un alieno chiamato Ucchan. La storia racconto la loro caotica vita quotidiana.

La categoria “Miglior Manga Shonen” ha invece visto trionfare The Promised Neverland, il fumetto scritto da Kaiu Shirai e disegnato da Posuka Demizu, che il prossimo 31 gennaio esordirà anche nelle migliori edicole e fumetterie italiane grazie all'editore J-POP. Noto in patria come ‘Yakusoku no Neverland’, il manga serializzato sul settimanale Shonen Jump di Shueisha racconta la storia di tre giovani orfanelli affidati alle cure di una donna che chiamano “Mamma” e che ha garantito loro una vita confortevole. Cresciuti in mezzo al buon cibo, un giorno Emma, Ray e Norman hanno scoperto l’orrenda verità circa il mondo esterno… Un mondo a loro proibito.

Proseguendo, il vincitore della categoria “Miglior Manga Shojo” è invece Omoi, Omoware, Furi, Furare, il fumetto di Io Sakisaka, serializzato sulle pagine di Bessatsu Margaret dal giugno 2015. Yuna desidera un amore da sogno, mentre Akari ha un approccio molto più realistico. Kazuomi non comprende l’amore e si domanda se abbia lo stesso sapore del cibo. Rio, invece, non rifiuterebbe nessun individuo, a patto che sia di bell’aspetto.

Infine, la categoria “Miglior Manga generico” ha avuto due vincitori.

  • Disegnato da Kaiji Kawaguchi e serializzato sul magazine Big Comic di Shogakukan dal dicembre del 2014, Kūbo Ibuki narra di una portaerei che il Giappone ha dovuto costruire in seguito ad una schermaglia avuta con la vicina Cina.
  • Disegnato da Jun Mayuzuki e serializzato sulle pagine di Weekly Big Comic Spirits, Koi wa Ameagari no You ni (After the Rain) narra le vicende di Akira Tachibana, una studentessa diciassettenne che fatica ad esprimersi. Ha una cotta segreta per Masami Kondō, il quarantacinquenne che dirige il ristorante in cui lei lavora part-time.

La commissione di quest’anno includeva, fra gli altri, Kiyoko Arai (Beauty Pop), Mitsuyo Kakuta, Eiji Kazama, Kenshi Hirokane, Bourbon Kobayashi e Fujihiko Hosono. Tra i vincitori dello scorso anno ricordiamo titoli del calibro di Mob Psycho 100, Blue Giant, Ijime, 37.5°C no Namida e Jūhan Shuttai!.

FONTE: ANN
Quanto è interessante?
2