The Seven Deadly Sins, l'autore Nakaba Suzuki svela la sua passione per Dragon Ball

The Seven Deadly Sins, l'autore Nakaba Suzuki svela la sua passione per Dragon Ball
di

Il manga di The Seven Deadly Sins è terminato nel 2020. L'opera di Nakaba Suzuki conta 41 volumi, sintomo di un pubblico che ha sempre supportato le avventure di Meliodas e Elizabeth. Il successo del manga di The Seven Deadly Sins ha permesso la realizzazione del sequel The Four Knights of Apocalypse, tuttore in fase di pubblicazione su rivista.

L'autore Nakaba Suzuki è quindi entrato di diritto tra i grandi autori giapponesi del 21° secolo. Ultimamente ha partecipato a una famosa trasmissione giapponese intitolata "Most popular manga is this! Picked by popular manga artist!", in cui ha svelato i suoi tre manga preferiti, oltre a qualche curiosità su uno di questi in particolare.

Possiamo vedere la personale classifica di Suzuki nel tweet di @DbsHype. Al terzo posto troviamo Hokuto no Ken (Ken il Guerriero), al secondo Kinnikuman (Ultimate Muscle) e al primo l'intramontabile Dragon Ball. L'opera di Akira Toriyama ha ispirato tantissimi mangaka moderni, e anche Suzuki sembra aver subito il fascino delle avventure di Goku.

Durante la trasmissione, Suzuki ha dedicato parole al miele a Dragon Ball: "In assoluto, è l'opera che più mi ha influenzato, soprattutto con le scene di battaglia. Toriyama è uno dei pochi artisti capaci di disegnare la profondità negli scontri, oltre al senso di velocità e la tridimensionalità degli stessi. Lui fa capire alla perfezione ai lettori come i personaggi lottano."

Una grande dichiarazione di stima per il maestro Akira Toriyama. Con l'arrivo del 2022, potrebbe essere prodotta una nuova stagione dell'anime di The Seven Deadly Sins, e chissà che non ci saranno combattimenti ispirati a quelli di Goku e compagni.

Quanto è interessante?
3