The Seven Deadly Sins, un cosplay di Elizabeth: la principessa di Liones in grande forma

The Seven Deadly Sins, un cosplay di Elizabeth: la principessa di Liones in grande forma
di

Un incontro apparentemente fortuito portò all'inizio di una storia ambientata in una Britannia ispirata a quella delle leggende arturiane, tra fate e giganti, Excalibur e incantesimi, finendo con Re Artù stesso. The Seven Deadly Sins è stato un manga di Nakaba Suzuki che ha riscosso tantissimo successo nell'ultimo decennio.

Il battle shonen ad ambientazione medioevale ha riscosso talmente tanto successo che è in programma un film originale su Tristan a Edimburgo, oltre al sequel Four Knights of Apocalypse. Come cominciò questa storia che, in realtà, si estendeva su una linea temporale di ben 3000 anni? The Seven Deadly Sins partì con l'incontro tra Elizabeth e Meliodas, i due amanti del destino, che diedero inizio al loro viaggio per salvare Liones.

La principessa Elizabeth ha dato il suo contributo in diverse fasi della storia, rivelando la sua vera natura, ma è stata anche una spalla importante per il capitano del gruppo di criminali al Boar Hat. La cosplayer Anastasia Komori ha deciso di dedicare alla dea di The Seven Deadly Sins un cosplay, ma in più forme.

Nelle foto disponibili in basso è presente un cosplay di Elizabeth Liones con l'abito nero attillato, ma poi fa capolino tra le immagini anche Elizabeth con l'abito rosa con cui l'abbiamo vista la prima volta. Non cambiano gli orecchini e i capelli bianchi, che contribuiscono ad avere una ragazza molto somigliante a quella vista nel manga e nell'anime.

Quanto è interessante?
4