The Seven Deadly Sins: Elizabeth Liones cameriera in questo cosplay

The Seven Deadly Sins: Elizabeth Liones cameriera in questo cosplay
di

L'ultima battaglia dei Seven Deadly Sins ha chiuso - almeno temporaneamente - la storia dei sette peccati capitali creati da Nakaba Suzuki. Sono passati quasi 10 anni da quando il mangaka pubblicò le prime pagine su Weekly Shonen Magazine che introdussero i due protagonisti principali di questo racconto millenario.

Da una parte c'era una ragazzina dai capelli argentei, stanca per il peso dell'armatura e per il lungo viaggio, dall'altra un apparente ragazzino biondo che gestisce una locanda che non si trattenne più di tanto dall'assaltare poi la ragazza nel sonno. Gesti e interazioni che poi The Seven Deadly Sins avrebbe spiegato e contestualizzato molto dopo. Intanto quel primo capitolo con Meliodas ed Elizabeth convinse molti lettori, portando successo per lungo tempo.

Da quel momento in poi, Elizabeth si ritrovò a lavorare al Boar Hat mentre lei, Meliodas e Hawk si avviavano verso vari luoghi di Liones così da trovare gli scomparsi Seven Deadly Sins. Con camicetta rosa e gonna viola molto corta, Elizabeth affascina gli avventori anche in questo cosplay, che replica tutta la bellezza del personaggio del manga e dell'anime.

Forse Elizabeth tornerà nel sequel su Netflix, il film The Seven Deadly Sins: Grudge of Edinburgh con Tristan protagonista.

Quanto è interessante?
3