di

Questa sera andrà finalmente in onda il primo episodio di The Seven Deadly Sins: Wrath of the Gods, la nuova stagione dell'anime curato da Studio Deen. Dopo un anno e mezzo di attesa però, i fan non hanno gradito il lavoro svolto durante la realizzazione della nuova opening ufficiale, visibile in cima all'articolo.

La nuova sigla d'apertura infatti, intitolata ROB THE FRONTIER e cantata dal gruppo rock giapponese Uverworld, è stata duramente criticata per due motivi: il sound decisamente poco accattivante le animazioni di basso livello. Alcuni dei commenti più duri, condivisi da alcuni utenti Twitter e Reddit, sono visibili cliccando sopra il post visibile in calce.

Per quanto riguarda le animazioni, il lavoro svolto da Studio DEEN fatica, effettivamente, a fare una buona impressione. L'opening non presenta scene di combattimento né spezzoni tratti dagli episodi, ma si limita piuttosto a fare uno showcase dei protagonisti - mai completamente animati - e di alcuni demoni dei 10 Comandamenti. Il livello di dettaglio appare appena sufficiente.

Quanto mostrato ha preoccupato non poco i fan della serie, che si erano già detti poco fiduciosi dopo aver dato un'occhiata al primo trailer ufficiale.

Vi ricordiamo che ad oggi, la serie televisiva di Nanatsu no Taizai ha adattato 24 dei 37 Volumi disponibili. In questa terza stagione (quarta, se si conta Signs of Holy War), dovrebbero dunque essere coperti due archi narrativi pieni di scene d'azione, ovvero quello di Corand e quello del Festival del combattimento.

Quanto è interessante?
2