Tokyo Ghoul e Tokyo Ghoul:re hanno venduto 44 milioni di copie complessive

Tokyo Ghoul e Tokyo Ghoul:re hanno venduto 44 milioni di copie complessive
di

Nelle scorse ore è stato annunciato che i trenta volumi complessivi che raccolgono i capitoli delle due opere create da Sui Ishida, Tokyo Ghoul e Tokyo Ghoul:re, hanno venduto un totale di ben 44 milioni di copie.

Tokyo Ghoul come franchise ha esaurito tutte le proprie linee narrative al momento esistenti, che si tratti delle due serie manga o delle ben tre trasposizioni animate, entrambe concluse nel corso dello scorso 2018, a distanza di qualche mese l'uno dall'altro. In special modo per quanto riguarda la versione cartacea, è giunto quindi il momento di tirare le somme, tracciando i primi risultati anche da un punto di vista meramente commerciale.

Il capolavoro di Sui Ishida ha sicuramente riscosso un enorme successo, almeno tra i lettori di manga, e i dati che sono stati resi noti nel corso delle ultime ore non fanno che confermarlo. I volumi che raccolgono i capitoli serializzati durante gli ultimi anni dalle due serie sono in totale trenta (quattordici relativi alla prima serie, Tokyo Ghoul, e sedici appartenenti alla seconda, Tokyo Ghoul:re), e sono riusciti a vendere complessivamente un numero di copie che supera i 44 milioni.

Il risultato è senza dubbio ragguardevole, e rende merito ad un'opera che ha, nel bene e nel male, con pregi e difetti, segnato una grande fetta del pubblico con le disturbanti avventure del protagonista Ken Kaneki, tramutato kafkianamente in ghoul e pronto a tentare di unire due razze e due mondi diametralmente opposti.

Tokyo Ghoul ha iniziato il suo percorso nel lontano 2011, per poi concludersi nel 2014. Il suo sequel Tokyo Ghoul:re ha preso il testimone fino a raggiungere la fine nell'estate dello scorso anno. In Italia J-POP ha quasi concluso la pubblicazione di entrambe, mancando ormai solo il sedicesimo volume della seconda serie.

Per quanto riguarda la versione animata, tutte e tre le stagioni sono disponibili sulla piattaforma di streaming legale e gratuito VVVVID, le prime due doppiate integralmente in italiano, con la terza doppiata al momento solo per la prima metà. Sfortunatamente il lavoro di Studio Pierrot non ha riscosso lo stesso successo, soprattutto a causa della poca fedeltà al materiale originale e della fretta eccessiva.

Quanto è interessante?
2