USA, carte Pokémon incluse nei cereali: arriva l'antitaccheggio per fermare gli scalper

USA, carte Pokémon incluse nei cereali: arriva l'antitaccheggio per fermare gli scalper
di

Negli ultimi mesi è scoppiata una vera e propria Pokémon mania, con milioni di fan sparsi per tutto il mondo improvvisamente interessati all'acquisto e alla valutazione di carte collezionabili. Il trend è tornato grazie al contributo di diversi streamer e influencer, e nel corso degli ultimi giorni la situazione è degenerata, soprattutto negli USA.

Al di là dell'altissima richiesta, con boom di contatti alle agenzie di rating e sold out quasi immediati dei pacchetti in vendita, negli USA i supermercati si sono trovati persino costretti mettere sotto chiave i cereali, visto che gli scalper stavano iniziando a presentarsi alle casse con dozzine di scatole per volta.

La ragione è che lo scorso gennaio, The Pokémon Company aveva annunciato una collaborazione con alcuni brand di cereali per festeggiare il 25° anniversario della serie, affermando che da aprile tutte le scatole di Trix, Cinnamon Toast Crunch, Lucky Charms, Cocoa Puffs e Golden Grahams avrebbero contenuto un pacchetto con tre carte collezionabili. Tra queste sono presenti anche due carte rare esclusive per alcuni rivenditori, ovvero Holographic Pikachu e Ponyta di Galar.

La situazione è velocemente precipitata, con scatole di cereali acquistate in blocchi colossali e fan che aprivano le scatole direttamente nelle corsie, sottraendo le carte all'interno. La risposta dei negozi potete vederla in calce, con l'antitaccheggio sulle scatole di cereali e un nuovo limite di acquisto. Una situazione letteralmente paradossale che comunque difficilmente demotiverà i reseller, visto quanto sia proficuo di questi tempi il business delle carte collazionabili.

Quanto è interessante?
2