Un utente decodifica il linguaggio degli dèi usato in Dragon Ball Super

Un utente decodifica il linguaggio degli dèi usato in Dragon Ball Super
di

Con l'uscita della serie di Dragon Ball Super il mondo di Goku e compagni è stato ampliato moltissimo e arricchito di nuovi personaggi ma soprattutto entità come gli angeli e le divinità. Tant'è che sono divenute il fulcro intorno a cui gira l'intera serie, svolgendo un ruolo principale sin dagli esordi.

Basti pensare all'angelo Whis e al dio della distruzione Beerus. Due personaggi che accompagnano i nostri eroi sin dall'inizio di Dragon Ball Super. Nel corso del tempo e con l'uscita di nuovi capitoli abbiamo famigliarizzato con i nuovi arrivi e con il mondo che Toyotaro, insieme a Toriyama, ha costruito.

Abbiamo avuto modo di assistere a molte cose tutt'oggi inspiegabili, sugli angeli quanto sulle divinità. E se con l'ultimo arco narrativo del manga qualcosa sembra bollire in pentola, soprattutto per quanto riguarda Merus, e da un po' che i fan cercano di scoprire nuovi dettagli non ancora colti. Uno di questi è il linguaggio che Whis usa quando invoca il drago Shenlong attraverso le Super Sfere del Drago, alla fine del Torneo del Potere.

Leggendo quanto riportato da un utente su Twitter: Herms98, sembrerebbe proprio che per chi è giapponese o comunque mastichi la lingua del paese del Sol Levante, comprendere il linguaggio di Whis e del drago non sia poi così difficile. Infatti, nel post che riportiamo in calce a quest'articolo, l'utente svela l'arcano dicendo che l'angelo non fa altro parlare giapponese, spostato, però, di una lettera nell'alfabeto katakana.

Sempre su questa falsa riga, anche la risposta che Shenlong da non è poi così difficile da comprendere, in quanto non fa altro che parlare la lingua del paese del Sol Levante, ma al contrario. Lo stesso trucco viene anche usato per il linguaggio degli dèi.

Perciò può sembrare qualcosa di astruso per chi non è nativo del Giappone, ma per chi conosce la lingua, ricavarne una traduzione non è così complicato e questo ci porta ad affermare che, cervelloni come Bulma, potrebbero benissimo parlare tale lingua senza sforzarsi troppo.

E voi cosa ne pensate? Sapevate del trucchetto usato in Dragon Ball Super per creare la lingua degli dèi? Fatecelo sapere qui sotto nei commenti.

Yamcha, "uno dei tre guerrieri più forti della terra", nell'ultimo capitolo.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
4