Violet Evergarden, la protagonista dell'anime prendi vita grazie all'intelligenza artificiale

Violet Evergarden, la protagonista dell'anime prendi vita grazie all'intelligenza artificiale
di

Sia dal punto di vista stilistico che estetico, Violet Evergarden si colloca come una delle migliori opere della Kyoto Animation, uno studio d'animazione già ampiamente conosciuto in tutto il mondo per titoli originali come La forma della voce - A Silent Voice, Hyouka e La malinconia di Haruhi Suzumiya.

La storia postbellica e il tema del reinserimento sociale sono unici nel panorama degli anime, motivo per cui Violet Evergarden è diventato nel lasso di poco tempo un cult. La protagonista Violet, è immediatamente riconoscibile anche a chi non ha mai mai visto la serie, grazie alla sua bellezza eterea e senza tempo.

Ma come sarebbe Violet Evergarden nella vita reale? E' difficile immaginare un personaggio bidimensionale come una persona in carne ed ossa, ma un'intelligenza artificiale incaricata di creare una controparte in 3D della ragazza è riuscita a trasportare Violet nel nostro universo. Trovate l'immagine in questione in calce alla notizia.

L'IA è riuscita a mantenere fedelmente gli elementi distintivi del design di Violet, come l'acconciatura e l'abbigliamento, anche se notiamo un'intrigante variazione nel colore del girocollo, reso più scuro.

Prima dell'intelligenza artificiale, una cosplayer è riuscita a portare il personaggio nella vita reale, attraverso un cosplay di Violet Evergarden. Sapevate che esiste un modo per ricreare l'acconciatura di Violet Evergarden? Nonostante sia apparentemente complessa, imitarla è più semplice del previsto.

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi