di

Dopo il grande successo Great Pretender, WIT Studio è pronto a tornare con un nuovo, ambizioso anime originale, intitolato Vivy: Fluorite Eye's Song e in uscita il prossimo 3 aprile. La serie sarà trasmessa in esclusiva in Giappone, ma così come per Great Pretender e L'Attacco dei Giganti è decisamente plausibile l'arrivo su Netflix.

L'anime di Vivy: Fluorite Eye's Song è stato annunciato lo scorso gennaio, e i ragazzi di WIT hanno condiviso il primo teaser trailer il 5 febbraio, promettendo l'imminente arrivo di nuove informazioni. Oggi è stato confermato che la storia è stata scritta da due colossi del settore, Tappei Nagatsuki (Re:Zero) ed Eiji Umehara (ChäoS;Child), e che la regia è affidata a niente meno che Shinpei Ezaki (Blue Exorcist, Guilty Crown). Per le musiche lo studio ha deciso di affidarsi a Satoru Kousaki, compositore di Lucky Star e Beastars.

Fortunatamente, oltre al primo trailer è stata anche rivelata la sinossi dell'anime, finora avvolta nella più completa oscurità. Secondo quanto riportato dal sito ufficiale, la storia inizia a Nearland, un parco divertimenti in cui sogni, speranze e scienza si incontrano. Qui nasce Vivy, la prima IA con caratteristiche umane, realizzata per intrattenere i visitatori cantando ogni giorno su un gigantesco palcoscenico. Un giorno, un'altra IA chiamata Matsumoto appare di fronte a lei, e le dice che ha viaggiato 100 anni nel passato per "correggere il futuro, e fermare la sanguinosa guerra tra umanità e robot che ha portato a una distruzione senza precedenti". Il viaggio di Vivy e Matsumoto inizia da qui.

L'anime sembra voler trattare temi importanti, e sembra prendere ispirazione da diverse opere sci-fi di grande successo come Blade Runner e il più recente videogioco Nier: Automata. WIT sembra avere grande fiducia nel progetto, visto che ha già annunciato l'adattamento in una serie di light novel intitolate Vivy: Prototype e in uscita a partire dal 30 aprile 2021.

Quanto è interessante?
3