Weathering With You: intervista al regista Makoto Shinkai (prima parte)

Weathering With You: intervista al regista Makoto Shinkai (prima parte)
di

Il regista Makoto Shinkai ha concesso un'intervista al magazine femminile Fujinkōron, all'interno della quale ha esposto diversi argomenti che spaziano dalla sua vita personale fino ad arrivare alle influenze che quest'ultima ha esercitato su Weathering With You.

Di seguito vi lasciamo la traduzione delle sue parole:

"Sono nato e cresciuto nella città di Koumi nella Prefettura di Nagano, che si trova su un altopiano circondato da montagne", ha spiegato, quando gli è stato chiesto perché le sue opere sembrano sempre ruotare attorno a un tema naturalistico.

"Negli anni '70, era persino più idilliaco di adesso; la mia casa era circondata dalla natura. Ero assorto in questo ambiente. Fisserei il cielo ogni giorno, perso nel mio piccolo mondo. Direi che ero più un bambino distratto piuttosto che un romantico".

All'epoca, Shinkai non aveva in mente un percorso di carriera definito, anche se gli piaceva creare dipinti ad acquerello fin dalla tenera età. Tuttavia, si oppose a suo padre decidendo il suo percorso professionale da solo. Sin dall'era Meiji, la sua famiglia gestiva un'impresa edile, ma non voleva intraprendere l'attività perché era il figlio maggiore.

"A differenza di Hodaka (Weathering With You), tuttavia, non avevo il coraggio di andarmene di casa. Desideravo ardentemente di non lasciarmi alle spalle la mia bellissima città natale, quindi ho prolungato il mio periodo di moratoria, facendo girare le ruote".

Alla fine, Shinkai si trasferì a Tokyo per l'università e, dopo la laurea, era pronto per studiare in una società di costruzioni al fine di entrare nell'attività di famiglia. All'ultimo minuto, tuttavia, decise di unirsi a una società di videogiochi, una scelta che fece infuriare suo padre. Shinkai si rifiutò di ritrattare, e attraverso il suo lavoro scoprì la gioia di abbinare le immagini alla musica.

Decise di provare a creare la propria storia, che portò al cortometraggio She and Her Cat, vincitore del DoGA CG Animation Contest del 2000. Incoraggiato dal successo del film, Shinkai lasciò il suo lavoro e iniziò a lavorare seriamente come regista.

L'ultimo lungometraggi in questione è il nono film più venduto in Giappone, e sarà il testimonial del paese ai prossimi Oscar.

Quanto è interessante?
2