Yu-Gi-Oh!: com'è nata l'idea dietro il leggendario gioco di carte?

Yu-Gi-Oh!: com'è nata l'idea dietro il leggendario gioco di carte?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Ci sono alcune opere che hanno interamente rivoluzionato la concezione del merchandising, proprio come Yu-Gi-Oh!. L'epopea di Kazuki Takahashi, infatti, è un'icona della cultura nipponica, merito soprattutto dell'omonimo gioco di carte che accompagna da decenni intere generazioni di appassionati. Ma com'è nata questa vincente e geniale idea?

A distanza di vent'anni dal debutto della prima serie animata, ci sono ancora alcune curiosità e aneddoti inerenti all'opera che continuano ad affascinare migliaia di fan in tutto il mondo, come quella volta che l'anime censurò una scena di Mai Valentine. Ad ogni modo, a svelare le origini della nascita di Yu-Gi-Oh! è stato lo stesso sensei, attraverso una vecchia intervista risalente al 2002. La risposta in questione, dunque, qui segue:

"Sono sempre stato ossessionato dai giochi, sia quand'ero bambino che al giorno d'oggi. In particolare, mi piace blackjack e i giochi da tavolo come Scotland Yard. In un gioco, il giocatore si trasforma in un eroe. Ed è stata proprio questa la premessa dietro a Yu-Gi-Oh!. Il protagonista, Yugi, è un ragazzo debole e infantile che si trasforma in un eroe quando inizia a giocare."

Come sappiamo, nei primi episodi della serie Yugi si cimenta in giochi diversi da quello delle carte, ma solo con l'introduzione di questa tipologia di gioco esplose il manga. Takahashi, infatti, aggiunse:

"Originariamente, avevo programmato di eliminare gradualmente quel particolare gioco in due capitoli, tuttavia il responso dei lettori fu enorme. Shonen Jump venne intasata di telefonate da parte di bambini che volevano saperne di più su quel gioco di carte, come si giocasse e come ottenerlo. Ed è ironico, poiché all'epoca i ragazzini non erano interessati ai giochi di carte, bensì a quelli videoludici. Eppure, è molto più intrigante sfidare un umano guardandolo negli occhi che giocare con una macchina. Ad ogni modo, avevo realizzato di aver fatto centro, motivo per cui ho iniziato a concentrarmi solo sul gioco di carte".

E voi, invece, conoscevate questo aneddoto in merito a Yu-Gi-Oh? Fatecelo sapere, come di consueto, con un commento qua sotto.

FONTE: interview
Quanto è interessante?
1